Per la Famiglia – Breve commento al Vangelo di oggi, 3 Gennaio 2020

568

Oggi, Giovanni Battista dà la testimonianza più importante: puntando a Gesù come “Agnello di Dio” ci sta dicendo che Lui è il Figlio di Dio che viene a salvarci e perdonarci le offese. L’antico Israele sacrificava pecore ed altri animali come offerimenti a Dio per il perdono. Si diceva che il loro sangue lavava i nostri peccati. Ma … era soltanto il sangue di alcuni animali.

Gesù lavò le nostre impurità sulla Croce: il Sangue di “Dio incarnato” era l’unica che poteva purificarci.


Fonte

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Ecco l’agnello di Dio.
Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 1, 29-34 In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio». Parola del Signore