Per la Famiglia – Breve commento al Vangelo di oggi, 21 Settembre 2019

294

Oggi celebriamo la santità di un vecchio “esattore delle tasse”. Gesù accoglie nel gruppo dei suoi intimi un’uomo che, secondo la concezione di quel tempo a Israele, era considerato come un peccatore pubblico per il fatto di raccogliere le tasse al servizio dell’Impero romano. Matteo ha del merito: rinunciò a una posizione “confortevole” e “sicura” per diventare un vero servitore pubblico come apostolo di Dio.

«Misericordia io voglio e non sacrifici»: Gesù non esclude nessuno dalla sua amicizia!

Fonte