Per la Famiglia – Breve commento al Vangelo di oggi, 16 Luglio 2019 – Mt 11, 20-24

38

Oggi Gesù usa un tono che ci spaventa. Così grave è il problema? Gesù si lamenta della mancanza di fede tra la gente di queste popolazioni perché aveva fatto grandi miracoli lì! Mancanza di fiducia in Dio: questo è l’unico errore non dovremmo mai commettere.

La fede non dipende da miracoli, ma di preghiera e di amicizia con Dio. Miracoli, miracoli … anche ci sono nei nostri giorni. E solo gli vedono gli amici di Dio!

Fonte

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Nel giorno del giudizio, Tiro e Sidòne e la terra di Sòdoma saranno trattate meno duramente di voi.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 11, 20-24
In quel tempo, Gesù si mise a rimproverare le città nelle quali era avvenuta la maggior parte dei suoi prodigi, perché non si erano convertite: «Guai a te, Corazìn! Guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a voi, già da tempo esse, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. Ebbene, io vi dico: nel giorno del giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi.
E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai! Perché, se a Sòdoma fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a te, oggi essa esisterebbe ancora! Ebbene, io vi dico: nel giorno del giudizio, la terra di Sòdoma sarà trattata meno duramente di te!».

Parola del Signore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.