Per la Famiglia – Breve commento al Vangelo del 16 Maggio 2019 – Gv 13, 16-20

51

Oggi, il Signore dà una sorpresa agli Apostoli: qualcuno lo tradirà. Rimangono tristi! Gesù avverte loro di essere preparati.

Solo “Qualcuno” —Gesù— che ha lo sguardo eterno di Dio può dire che cosa accadrà. Poi, quando tutto ciò succedda, verificheranno ancora una volta che Gesù è Dio, che Gesù è “Io sono”. Secoli prima, quando Mosè chiese a Dio quale era il suo nome, Dio ha risposto: “Io Sono” …

Gesù mi lava i piedi versando il Suo sangue per me. Gesù, non permettermi di tradirti!

Fonte

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

Chi accoglie colui che manderò, accoglie me.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 13, 16-20

[Dopo che ebbe lavato i piedi ai discepoli, Gesù] disse loro: «In verità, in verità io vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un inviato è più grande di chi lo ha mandato. Sapendo queste cose, siete beati se le mettete in pratica. Non parlo di tutti voi; io conosco quelli che ho scelto; ma deve compiersi la Scrittura: Colui che mangia il mio pane ha alzato contro di me il suo calcagno. Ve lo dico fin d’ora, prima che accada, perché, quando sarà avvenuto, crediate che Io sono. In verità, in verità io vi dico: chi accoglie colui che io manderò, accoglie me; chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

[/box]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.