Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2022

218

- Pubblicità -

Si fa del male, si percuote, abita fra le tombe. Lo abita la tenebra, il senso di colpa, la parte oscura della realtà, il demonio. E i suoi concittadini, dei geni, lo hanno coperto di catene. Come se ce ne fosse bisogno.

Aggredisce il Nazareno che ha osato sbarcare nella terra dei pagani. Ma, subito, Gesù mostra chi comanda. Chi sei?, chiede. Legione perché siamo in molti. È vero: siamo in molti dentro di me. Dentro ognuno di noi. Siamo persone diverse, portiamo nel cuore pensieri di luce e altri tenebrosi e oscuri.

- Pubblicità -

A noi decidere a chi dare la maggioranza. Nel povero disgraziato hanno prevalso le ombre e si punisce, si distrugge, per ricordarci che avere una scarsa considerazione di noi stessi significa nutrire le tenebre che distruggono.

Ma lui, il Signore, ci libera da ogni dittatura dell’ombra, e fa prevalere amore e luce, se lo vogliamo. Decidiamo noi, oggi, a chi dare la maggioranza nel nostro parlamento interiore.


Articolo precedenteCristina Pettinari – Commento al Vangelo del 2 Febbraio 2022 per bambini
Articolo successivodon Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2022