Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 21 Gennaio 2021 – Mc 3, 7-12

127

Arriva da ogni luogo, la folla. Da lontano, da molto lontano, affrontando lunghe giornate di cammino per ascoltare il Profeta, per vedere i prodigi che compie.

La fama di Gesù ormai si sta diffondendo e tutti gli assetati e gli affamati, gli sconfortati e i dolenti si muovono. Siamo capaci di percorrere infinite distanze, spinti dalla speranza, se veniamo a sapere che qualcuno potrebbe liberare il nostro cuore, illuminare le nostre giornate, darci una motivazione, un senso.

Allora egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca. Ha bisogno di una barca, il Maestro, per staccarsi un poco dalla riva e parlare di Dio.

No, Signore, non so sfamare la folla, né dare soluzioni, non sono capace di portare, talvolta nemmeno di ascoltare, il troppo dolore che la gente esprime. Ma una barca, sì, te la posso dare, volentieri. Prendi la mia vita, se ti serve, Signore. Sali pure, sono pronto.

Fonte | LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO DEL GIORNO