Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 20 Aprile 2022

109

- Pubblicità -

Cammina con noi, il Signore. Ci accompagna anche quando non ce ne accorgiamo, anche quando siamo talmente presi dai nostri problemi dal non riconoscerlo, anche quando discutiamo sulla sua tragica morte, come fanno i discepoli di Emmaus.

Cammina accanto a noi e ci spiega le Scritture, ci aiuta a leggere gli eventi tragici, ad alzare lo sguardo, a non sprofondare nel vittimismo. Cammina e ci scuote dal torpore, non ci blandisce ma chiama per nome e cognome le nostre lentezze e le nostre miopie spirituali. Cammina con noi, Gesù, come Luca lo rappresenta continuamente, nel suo Vangelo, in perenne cammino verso Gerusalemme.

E si ferma solo quando si rende presente nel pane spezzato, segno per i discepoli, pane del cammino, viatico e farmaco. E lo fa qui, oggi, in questo momento, mentre meditiamo la sua Parola e ancora brucia il cuore. È il per-sempre-presente il Signore risorto, e cammina accanto a noi.


Articolo precedentep. Fernando Armellini – Commento al Vangelo del 24 Aprile 2022
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 20 Aprile 2022