Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 19 Gennaio 2022

204

- Pubblicità -

Ieri i farisei guardavano scandalizzati il maestro e i suoi discepoli che ignoravano il precetto del sabato. Oggi è Gesù che li guarda, addolorato e ferito per la durezza dei loro cuori.

Il sabato, ormai, è diventato un idolo per alcuni devoti, è posto al di sopra del buon senso e della logica di chi gioisce nel vedere un miracolo ed una guarigione. Ma è così: taluni, ancora oggi, mettono la legge al centro della loro fede, non il fratello ferito e fragile. Ma la cocciutaggine che non sa mettersi in discussione finisce col diventare sorda e cieca e sfociare nella violenza.

- Pubblicità -

Meglio togliere di mezzo chi ci richiama alla verità della Parola piuttosto che metterci in discussione. Ci guarda, il Maestro e spera di vedere nel nostro cuore una scintilla della sua tenerezza e della sua compassione.

Lasciamoci convertire da quello sguardo…

Fonte | LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO DEL GIORNO

- Pubblicità -


Articolo precedenteDon Francesco Cristofaro – Commento al Vangelo del 19 Gennaio 2022
Articolo successivoFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 19 Gennaio 2022