Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 19 Aprile 2021 – Gv 6, 22-29

261

No, non è andata come aveva sperato, decisamente. Il Signore pensava, sperava, che la folla fosse capace, che fosse in grado di capire il senso del suo gesto.

Il messaggio era chiaro: davanti alla fame del mondo, fame di pane, di amore, di giustizia, mettiti in gioco. E la folla, davanti a quella sovrabbondanza di pane, ha capito l’esatto contrario: ecco uno che ci risolve i problemi! E lo vogliono fare re. Gesù fugge, turbato: il suo miracolo più eclatante sta per trasformarsi nel peggiore dei suoi miracoli.

La folla è stupita dalla sua reazione, scocciata: perché fa il prezioso? E il Signore li smaschera, e smaschera anche noi: noi cerchiamo Dio nella speranza che ci riempia la pancia, che ci risolva i problemi. Cerchiamo, piuttosto, il pane che inquieta, che suscita fame di Dio, che ci toglie dalle nostre posizioni acquisite per credere in colui che Dio ha mandato!

Fonte | LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO DEL GIORNO


Articolo precedenteFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 19 Aprile 2021
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 19 Aprile 2021