Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 18 Settembre 2021

147

Semina, il seminatore, e la Parola cade con abbondanza ovunque, finanche sulla dura terra della strada, sperando che in qualche modo spezzi la crosta ed attecchisca. Semina, il seminatore perché Dio non smette di parlare, di comunicare, di raccontarsi, di donarsi. Parla ai nostri cuori e sta a noi capire come accogliamo questa Parola.

Siamo noi quel terreno che a volte nemmeno ascolta, a volte accoglie con entusiasmo ma con poca costanza, a volte lasciandosi distrarre dalle troppe preoccupazioni. Ma se abbiamo davvero il coraggio di spalancare il cuore portiamo frutto, tanto frutto.

Perché la Parola in noi fiorisce se la lasciamo fare. Parla in parabole il Signore anche se molti vedendo non vedono e ascoltando non ascoltano, come si dovrebbe più correttamente tradurre. Ma noi, oggi, prendiamo coscienza di quanto la Parola possa cambiare la nostra vita! Lasciamoci fare.

Fonte | LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO DEL GIORNO


Articolo precedentedon Antonino Sgrò – Commento al Vangelo di domenica 19 Settembre 2021
Articolo successivop. Gaetano Piccolo S.I. – Commento al Vangelo di domenica 19 Settembre 2021