Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 16 Gennaio 2021 – Mc 2, 13-17

119

Perché parla così? Perché mangia con i peccatori? Sono traboccanti di domanda fintamente scandalizzate i devoti del tempo di Gesù. Non capiscono le azioni di questo falegname che si è messo a profetare.

zioni che scardinano le loro (piccole) certezze riguardanti fede e su Dio. Non si è mai visto che Dio perdoni attraverso le parole di un uomo, liberandoti dalla paralisi del senso. Non si è mai visto che un profeta si contamini con peccatori notori. Non si è mai visto che un rabbino si metta a cercare i discepoli e che voglia, fra di essi, un noto peccatore pubblico.

E Gesù ribatte, ancora, fino a sfinirsi: Dio non vuole un popolo di giusti, ma di figli. Di figli che, scoprendosi amati senza condizioni, cambiano la loro vita e la orientano alla pienezza del bene, alla vita nuova e nella via del Vangelo. Solo i malati guariscono, solo chi ammette il proprio male chiede aiuto e salvezza.

Così che i grandi ladri diventano straordinari discepoli, e pure evangelisti!

Fonte | LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO DEL GIORNO