Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 10 Luglio 2021 – Mt 10, 24-33

99

Hanno dato dell’indemoniato al nostro Maestro e Signore, volete che non diano dei folli a noi? Che cerchiamo di amare in un mondo intriso d’odio, che parliamo di perdono e non di vendetta, che costruiamo invece di distruggere? Folli, ingenui, utili idioti.

E falsi perché ci sono sempre coloro che cedono, incoerenti, e vengono additati per screditare l’intero Vangelo, per demonizzare la Chiesa. E lui, il Signore, ancora ci rassicura: non temiamo coloro che uccidono il corpo ma coloro che spengono l’anima.

Che ci fanno credere di essere inutili e pericolosi, che additano le nostre incoerenze (che ben conosciamo) ignorando l’amore che ci permette di superarle.

Valiamo più di molti passeri che, pure, si vendono per un soldo. Non abbiamo paura, allora, fidiamoci di questo Signore che è morto per amore.


Articolo precedenteCommento al Vangelo dal foglietto “La Domenica” del 11 Luglio 2021
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 10 Luglio 2021