Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 1 Marzo 2021 – Lc 6, 36-38

16

Stiamo attraversando il deserto per riprendere in mano la nostra vita, per fare il punto nave della navigazione, per capire dove stiamo andando. Non per capire cosa stiamo facendo, quali sono i risultati dei nostri sforzi, ma per definire la direzione in cui ci stiamo muovendo.

Come ho imbastito la mia vita? Dove sto andando? Cosa è essenziale nelle mie scelte? Gesù ci provoca: impara da Dio a diventare misericordioso, tanto hai ricevuto, prova a donare quanto hai accolto.

Prova a guardare al mondo con lo sguardo benevolo e positivo del Signore. Guarda alla miseria col cuore, non sentirti migliore, non avere paura della tua e dell’altrui povertà. Ama perché sei amato, ama dell’amore con cui sei amato. Non giudicare con durezza, impara a perdonare, non condannare chi ti sta accanto.

Vivi da persona libera che sa liberare. Imita quello che Dio ha fatto per te.

Fonte | LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO DEL GIORNO


Articolo precedenteCommento al Vangelo del 1 Marzo 2021 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivoFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 1 Marzo 2021