Padre Antonio Salinaro – Commento al Vangelo del 9 Ottobre 2020

97

Ogni volta che non otteniamo quello che vorremmo o quando una persona non rispetta quello che pensavamo di lei o quando una persona ci infastidisce con il suo modo di fare perché mette in ombra il nostro potere o la nostra persona…allora ci inalberiamo e riusciamo a dire le cose peggiori su costoro cercando di imbrattare l’altro in modo da poter luccicare noi!!!

Dinamiche che spesse volte portano alla violenza!!! La stessa cosa accade a Gesù, personaggio troppo scomodo per i capi religiosi suoi contemporanei … Gesù non si fa condizionare; è fuori dalle aspettative degli altri, anzi ci invita a considerare che tra tante persone che potrebbero non accoglierci perché siamo diversi da come si aspettavano, ce ne sono altrettante che invece ci accolgono per quello che siamo … anzi ci promuovono per ciò che siamo e il primo di tutti è proprio Gesù!!!

Custodire la nostra identità personale e anche comunitaria non dipende solo da noi: abbiamo lo spirito di Dio che è resiliente e ci invita ad andare oltre i contrasti e a mantenere intera, integra la “roccaforte” del nostro cuore!!! Dio e più grande del nostro cuore… finalmente ci possiamo rilassare ed essere noi stessi!

Chi non è con me, è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde.


Via Facebook