p. Lorenzo Montecalvo – Commento al Vangelo del giorno – 25 Ottobre 2019

207

Ci sono tre segni visibili che il Signore ci dona affinché ci impegniamo seriamente a cercare il regno di Dio nella vita di ogni giorno.

Il primo segno è una malattia grave. Ho incontrato molte persone che, colpiti da una malattia grave, si sono convertite alle realtà del cielo, pur continuando ancora a vivere per molti anni. Non posso non dire che conosco altre persone che non si sono messi a cercare il regno di Dio, nonostante che siano stati guariti da una malattia grave. Una nota personale: quando 16 anni fa fui operato al cuore, la gente mi diceva che la malattia mi aveva reso più umile e mite.

Un altro segno che il Signore ci dona per capire che siamo come foglie d’autunno e quindi non dobbiamo sprecare il nostro tempo in cose inutili è la vecchiaia. È vero che la vita dell’uomo si è allungata, ma la vecchiaia ci fa comprendere che siamo al tramonto e che la morte può sopraggiungere da un momento all’altro. La vecchiaia ci deve spingere a cambiare vita, mettendo Dio al primo posto in tutto quello che facciamo, consapevoli che fra non molto bisogna dare conto a Dio del male che abbiamo fatto. Purtroppo incontro molti vecchi che vivono ancora senza Dio.

Infine c’è un segno ancora più visibile che ci ricorda che si muore. Ogni giorno vediamo gente che muore. E sono bambini, adolescenti, giovani, adulti, vecchi, poveri, ricchi. La morte non ha età. I medici si sono abituati a vedere la morte, ma essi pensano di essere immortali. Anche i preti, celebrando i funerali, si sono abituati alla morte e non pensano che un giorno si dirà anche per loro l’eterno riposo.

E tu… riesci a comprendere i segni che ti indicano e ti ricordano che anche tu un giorno morirai? Amen.

ALLELUIA.

P. Lorenzo Montecalvo  (Fonte)

Sapete valutare l’aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo?

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 12, 54-59
 
In quel tempo, Gesù diceva alle folle:
 
«Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: “Arriva la pioggia”, e così accade. E quando soffia lo scirocco, dite: “Farà caldo”, e così accade. Ipocriti! Sapete valutare l’aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo? E perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?
 
Quando vai con il tuo avversario davanti al magistrato, lungo la strada cerca di trovare un accordo con lui, per evitare che ti trascini davanti al giudice e il giudice ti consegni all’esattore dei debiti e costui ti getti in prigione. Io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo».

Parola del Signore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.