p. Lorenzo Montecalvo – Commento al Vangelo del giorno – 2 Dicembre 2019

153

Si può essere un grande professore di teologia mistica senza mai vedere e gustare le realtà del cielo. Il professore di teologia, per esempio, ti può spiegare dettagliatamente il significato biblico ed ecclesiale e liturgico della celebrazione Eucaristica, ma non essere come Padre Pio il quale, nel celebrare il mistero Eucaristico, si commuoveva, piangeva e tremava.

Quanti Nicodemo ci sono nella Chiesa! Chi è Nicodemo? Nicodemo era un ebreo e professore di teologia che, durante un colloquio notturno, fu rimproverato da Gesù perchè, pur essendo scolasticamente preparato, non capiva quello che Gesù gli diceva circa le realtà del cielo. La ragione umana, se non è illuminata dallo Spirito Santo, non può da sola penetrare le realtà del cielo.

Pietro capì che era Gesù perché fù il Padre celeste a rivelargli la verità che Gesù era il Cristo.

Oggi non mi meraviglia affatto se una persona semplice frequenta la Chiesa mi parla di Dio come se l’avesse visto e gustato personalmente. Il Signore si rivela ai semplici e agli umili. Il tempo della visione mistica del Signore è il tempo della preghiera.

Com’è importante allora dedicare molto tempo alla preghiera in questo tempo di Avvento. Quello che bisogna chiedere nella preghiera è lo Spirito Santo. È Lui che apre i nostri occhi alle realtà del cielo. È Lui che ci fa gustare quanto è buono il Signore.

Qual è il grido della preghiera? Vieni, Spirito Santo, fuoco di Verità. Vieni, Spirito Santo, fuoco di carità! Amen. Alleluia.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DEL GIORNO

Gesù esultò nello Spirito Santo.
Dal Vangelo secondo Luca Lc 10, 21-24   In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».   E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono». Parola di Dio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.