p. Lorenzo Montecalvo – Commento al Vangelo del giorno – 12 Maggio 2020

241

C’è una pace pagana e una pace cristiana. In che cosa consiste la pace pagana? Ciò che spiega perfettamente cosa sia la pace pagana è lo slogan che dice: Vivi e lascia vivere! Qual è il senso di questo slogan? Eccolo: tra due persone c’è questo accordo: “Tu vivi come vuoi, io vivo come voglio. Però non devi essere di ostacolo alla realizzazione dei miei progetti. Se lo sarai, tra me e te non ci sarà pace”.

La pace pagana scaturisce dalla diplomazia. Non sempre si ha la forza e la prudenza di non vendicarsi quando l’altro non rispetta il patto. Così la pace finisce e ricomincia la guerra.
Cos’è invece la pace cristiana? È rispettare e stimare l’altro. Se l’altro viene meno alle sue promesse di giustizia nei nostri riguardi, bisogna avere pazienza che significa perdono, anche se veniamo considerati deboli e ignoranti. C’è una cosa ancora molto importante da chiarire e da specificare.

Davanti all’uomo ingiusto, il cristiano non tace, ma ha il coraggio di dire: “Fratello, non è giusto per te parlare e agire in maniera disonesta. Convertiti all’amore”.
Il cristiano non costruisce pace sulla diplomazia, ma sulla verità. Il cristiano; senza diventare violento o vendicativo, si impegna a sradicare le radici che fanno germogliare la guerra. Com’è difficile spiegare il concetto della pace cristiana. Un papà per stare in pace con i suoi due figli che litigano continuamente tra di loro dice a uno: tu hai ragione e all’altro: tu non hai torto.
Non è questo il modo di costruire la pace secondo Cristo.

Amen. Alleluia.

Fonte


AUTORE: p. Lorenzo Montecalvo
FONTE: https://www.lodeate.it/il-granellino-gv-1427-31-2/
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER