p. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 17 Maggio 2020

103

Gesù prega il Padre perché ci doni il Paraclito. A noi la preghiera perché possiamo avere un cuore aperto e disponibile ad accoglierlo.

Il Paraclito è lo Spirito di verità che ci conduce alla verità tutta intera, a farci comprendere come Gesù via vera di verità, è la nostra vita. 

Farci comprendere la follia sapiente della croce è compito dello Spirito Paraclito. Lui che agisce in noi non con delle lezioni ma lavorandoci dentro. Lui che entra in noi, pregato da Gesù e da noi accolto, sollecitando la nostra libertà, la nostra capacità di amare, il nostro desiderio di bene. Lo fa bene, senza alcuna costrizione, mostrandoci la bellezza di questo bene.

Gesù se ne va. Nel suo andarsene diventa il pontefice tra noi e il Padre. Vale a dire che diventa l’intercessore, colui che ci apre ai doni del Padre mostrandoci la via che Lui stesso ha percorso e che noi siamo chiamati a percorrere.

Quando, camminando su questa via, scopriremo la bellezza della vita Trinitaria in noi e nostra in Lei, saremo beati e felici. Le difficoltà della vita diverranno ostacoli da affrontare e non negatività da annullare e da distruggere; non saranno più difficoltà che ci parlano del negativo della vita, ma vita da vivere!

Gesù che ottiene per noi tutto ciò che chiede, chiede per noi lo Spirito Paraclito. Il Paraclito è colui che viene chiamato presso; è l’avvocato difensore che si oppone all’avvocato accusatore che è Satana. È Colui che difende ognuno di noi dalla menzogna illuminandoci la via della verità.

Lui è il Consolatore, Colui che sta con noi offrendoci quella compagnia che vince la nostra solitudine radicale, rendendoci capaci di stare da soli in compagnia della Vita.

Mi diceva quella vecchietta quella volta che gli dissi: ma non ti senti sola, sempre qui in casa senza nessuno? Ma io sono in compagnia dello Spirito che abita in me.

Il Consolatore che è altro rispetto a Gesù che se ne va, è dato dal Padre a chi ama il Figlio.

Lo Spirito Paraclito, il Consolatore, è con noi in eterno, per sempre, non ci molla mai, non ci lascia mai. Lui è lo Spirito di verità, quello Spirito di amore libero che siamo chiamati ogni giorno a ripescare in noi. Lui dimora presso di noi perché né sul Garizim né in Gerusalemme adoriamo più il Padre ma in noi, in Spirito e Verità, nello Spirito Santo e in Cristo. Tale dimora è resa possibile dal vuoto lasciato da Gesù che se ne va. Un vuoto che non dobbiamo mai avere fretta di riempire. Un vuoto che è sano silenzio solitario, attento a cogliere il passaggio dello Spirito in noi e fra di noi.

Lo Spirito che ci insegnerà ciò che Gesù ci ha detto. Ce lo insegnerà non dicendoci nulla di nuovo, ma vivendo Lui stesso con noi, per noi e grazie a noi e con amore quanto Gesù ci ha lasciato.

E sarà ricordo! Sarà il nostro ri-cordare. Muoverà la nostra memoria affettiva. Sarà Lui che ci ricorderà, muovendo la nostra mente verso il nostro cuore, quanto Gesù ha detto e fatto, quanto Lui ci ha lasciato, quanto Lui ha amato noi e in noi, grazie a noi. 

Per questo, con Lui, non saremo più soli. Lo Spirito che è vita, cioè verità vitale, è presenza di Dio incarnato in noi e in mezzo a noi. 

Lui ci libera dalla menzogna dell’apparenza che tanta parte ha nella nostra esistenza, e ci porta a vivere dell’amore del Padre. Ci aiuta a vivere la nostra solitudine non come abbandono ma come silenzio di discernimento. È l’atteggiamento che in ogni momento della nostra esistenza ci porta e ci permette di cogliere le differenze togliendole dall’indifferenza.

L’indifferenza che è maligna nasce dal nostro dire e credere che una cosa vale l’altra, che tutto è bene, che non esiste il male. Fare silenzio per comprendere la differenza e le differenze, è fare atto di discernimento, vale a dire fare un atto di bontà. Cogliere che un braccio non è una gamba e che usare il braccio come una gamba è cosa non buona, è cosa buona. Capire le differenze, differenziare, per cogliere la verità ci porta alla Verità che è via di vita.

Questo ci dona lo Spirito Santo invocato su di noi, rendendoci nuovi e veri ogni giorno della nostra vita.


AUTORE: p. Giovanni Nicoli 
FONTE: Scuola Apostolica
SITO WEB: https://scuolaapostolica.com
CANALE YOUTUBE:
https://www.youtube.com/channel/UCmWv4rjT9JC1OJlyqzGS9mQ
PAGINA FACEBOOK:
https://www.facebook.com/ScuolaApostolicaSacroCuore/
INSTAGRAM:
https://www.instagram.com/scuolaapostolicasacrocuore/