p. Gaetano Piccolo S.I. – Commento al Vangelo di martedì 8 Dicembre 2020

123

GRAZIA

Siamo abituati a dare un prezzo a ogni cosa. Cerchiamo sempre un guadagno. Non siamo disposti a perdere o a rimetterci. Veniamo educati così: sempre pronti a valutare ogni gesto, ogni azione, alla luce di un vantaggio personale.

Dio ci insegna che al contrario l’amore è fatto di gratuità. Questo è infatti il senso della parola grazia: un dono immeritato, senza motivazione. Meriteresti di morire e invece ti restituisco la vita: è l’immagine emblematica della grazia.

In Maria, oggi, contempliamo il modo in cui Dio ama, mentre eravamo ancora peccatori, ci ha ricoperti di tuniche di pelle, segno della sua tenerezza: ci ricopre proprio nel momento in cui abbiamo tradito la sua parola. In Maria, Dio rimane fedele a quell’amore gratuito verso tutta l’umanità.

UN IMPEGNO

Prova a fare un gesto d’affetto immotivato e gratuito verso qualcuno che di per sé non lo meriterebbe.

P. Gaetano Piccolo S.I.
Compagnia di Gesù (Societas Iesu)Fonte