p. Ermes Ronchi – Commento al Vangelo del giorno, 25 Aprile 2020

429

La Parola nel tempo della distanza

 SIGILLO DEL TIMBRO DI FUOCO

Mc 16,15-20
Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura.
Allora partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola.

Che orizzonte ampio quello che chiude il vangelo! E’ come salire su una montagna e guardare giù: valli, paesi, boschi, strade… Sentirsi protesi verso tutto, allargare le braccia per abbracciare ogni cosa e respirare con ogni vivente.

Sentire il vangelo, la bella notizia, la parola di felicità, dilagare in ogni paesaggio del mondo come fresca acqua chiara, in ruscelli splendenti di riverberi di luce, a dissetare ogni filo d’erba, a portare vita a ogni vita che langue.

Andate, immergetevi in questo fiume, raggiungete tutti e gioite della vita delle creature di Dio.
E guardate chi sceglie: gente imperfetta, dalla fede fragile. Come noi. Come me. Che riceviamo, tutti, la stessa missione degli apostoli: “Annunciate”. Niente altro. Non dice: organizzate, occupate i posti chiave, assoggettate, scrivete libri, ma semplicemente: “Annunciate”.

E che cosa devo annunciare? Il Vangelo, la bella notizia che Dio ti ama e ti salva. Non devo annunciare le idee più belle, non la risoluzione di tutti i problemi, non una politica o una morale migliori: solo il Vangelo, storia e parole di Cristo, colui che possiede il segreto di una vita migliore per tutti.

L’ultimo versetto del brano chiude il Vangelo di Marco e apre il mio Vangelo: “Il Signore agiva insieme con loro”. Il verbo originario greco suona così: “Il Signore OPERAVA IN SINERGIA CON LORO”. Opera nella mia opera. Io e Dio in sinergia. Non sarò mai solo con le mie sole forze.
A sigillo del vangelo di Marco, questo timbro di fuoco, di luce: IL SIGNORE È ENERGIA CHE OPERA CON NOI.

Cristo agisce in ogni tuo gesto di bontà, ti sostiene quando porgi un bicchiere d’acqua, è lui la tua energia quando costruisci pace.
Quante volte c’era un’altra mano nella tua mano!
E ben più forte.

Questo è la vita: sinergia con Dio!

Fonte