p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 8 Luglio 2020

37

Ogni persona è chiamata alla vita, sapendo poi che la persona è unica e irripetibile non possiamo non credere che ogni persona è un servizio unico e irripetibile.

I Dodici, i discepoli, gli apostoli, sono chiamati a ricevere un potere. Il potere per il vangelo è exousia, vale a dire una forza che è dominio. Non un dominio sulle persone ma un dominio nel servizio. Liberazione prima di tutto da quegli spiriti immondi che conducono a morte dentro prima e fuori poi.

Non è solo guarire e curare, non è roba da toccata e fuga, è roba vitale che avvolge tutto il nostro essere, tutto il nostro vivere: ogni momento della nostra vita e della nostra giornata. Mi pare che ai nostri giorni uno degli spiriti immondi che avvolge le nostre esistenze e le uccide, è la negazione della dignità del povero a cui il Signore ci manda ad annunciare le beatitudini.

Eppure Gesù cin invita ad annunciare il regno proprio a partire da loro.

P. Arturo MCCJ


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano ?? ???????????, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 8 Luglio 2020
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 8 Luglio 2020