p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 8 Giugno 2020

238

Il brano di oggi è uno di quei brani del Vangelo che ascoltandolo non ci dice molto, l’abbiamo sentito così tante volte che ormai non sentiamo più la forza, non ci fa più vibrare né il cuore né l’anima.

Anzi, se ci soffermiamo sulle sue parole la reazione di molti è quella di dire: vabbè Gesù voli un po’ troppo alto, ci sentiamo un’altra volta. Questo perché il pianto, la povertà ,il dolore, il lottare contro l’ingiustizia sono esperienze della vita che non ci recano nessuna gioia. Come possiamo mai credere che proprio in queste esperienze Gesù dica che si può incontrare una beatitudine. “beati” (dal greco makárioi) non ha un termine corrispondente in italiano. “Beati” non è un aggettivo, è un invito a riscoprire nell’intervento di Dio, la risposta ai veri aneli della vita. Le beatitudini potrebbero essere definite come il manifesto della fede cristiana, ma io le definirei come una vera doccia fredda che Dio o meglio Gesù fa ai suoi uditori per riportarli ai veri valori della vita.

Infatti, la maggior parte della gente oggi rincorre un mondo fatto di allegria, spensieratezza, Mancanza di dolore, di ricchezza anche se ingiusta, finché non sbatte la faccia con la realtà. Questo tempo di quarantena, che in qualche modo è finito ma non ha eliminato il problema del virus, ci ha riportati tutti a rivedere un po’ cosa è veramente importante nella nostra vita, quali relazioni ci fanno bene, e quale posto ha Dio nelle nostre esistenze.

Ecco che Gesù inizia il suo discorso oggi dicendo Beati i poveri, per lo spirito, ossia che hanno scelto la sobrietà all’accumulo, la concretezza all’apparenza, la solidarietà alla cupidigia e questo perché si sono lasciati convincere dall’azione dello Spirito. Per ben due volte Gesù esalta coloro che si fanno promotori e difensori della giustizia e della pace: un richiamo per tutti noi cristiani che spesso invece decidiamo di essere indifferenti, omertosi, e anche cause del male e delle catastrofe umano e ambientali che ci circondano.

Ma voi , qual è la beatitudine che vi richiama di più l’attenzione???


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno