p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 6 Luglio 2020

134

Matteo prende la versione di Marco lasciando solo l’essenziale: la fede.

Questa fede è accompagnata in entrambi i casi da un gesto che trasgredisce la legge: la donna impura tocca Gesù, rischiando la morte per questo; il solo contatto fisico poteva trasmettere l’impurità rituale.

Il catechismo dell’epoca diceva: “Se tocco il suo vestito, rimarrò impuro”. La donna pensa esattamente il contrario! Segno di molto coraggio. Questo gesto non resta inosservato da Gesù. La fede non ci lascia comodi, ma anzi ci chiede di osare.

Gesù riconosce che, senza la fede di quella donna, lui non avrebbe potuto fare il miracolo. La guarigione non fu un rito magico, ma un atto di fede.

P. Arturo MCCJ


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno