p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2020

154

Nel vangelo dell’altro ieri, Gesù criticava la dottrina dei sadducei (Mc 12,24-27). Nel vangelo di oggi, critica l’insegnamento dei dottori della legge. E questa volta la sua critica non è diretta all’incoerenza della loro vita, ma all’insegnamento che loro trasmettono alla gente. La propaganda ufficiale del governo, come pure quella dei dottori della Legge diceva che il messia sarebbe venuto in qualità di Figlio di Davide. Era il modo per insegnare che il messia sarebbe un re glorioso, forte e dominatore.

Gesù questiona l’insegnamento dei dottori sul Messia citando un salmo di Davide, E aggiunge: “Se Davide stesso lo chiama Signore: come dunque può essere suo figlio?” Ciò significa che Gesù non era completamente d’accordo con l’idea di un messia Signore Glorioso, che sarebbe venuto quale re potente per dominare ed imporsi su tutti i suoi nemici. Il Vangelo termina dicendo che la gente rimane ad ascoltarlo con attenzione e volentieri.

Questa frase richiama molto la mia attenzione perché oggi sembra che la gente si soffermi di più ad ascoltare coloro che annunciano disgrazie, che fanno richiami alla violenza, che aspettano una figura forte, uomo o donna che sia, per risolvere i problemi che invece dovrebbe essere risolti insieme che riguardano lo stile di vita di tutti. Dobbiamo ammetterlo, il buon senso e la responsabilità comune ultimamente è stata sostituita dalla propaganda elettorale e tartassante di chi vuole ingannare la gente dicendo di avere soluzioni e risposte pronte.

La cosa triste è vedere come molti cristiani credono ciecamente e si lasciano contagiare dal ‘veleno dei farisei’ senza chiedersi se quello che seguono rispecchi il vangelo del Signore.


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno