p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 25 Maggio 2020

171

Il contesto del vangelo di oggi continua ad essere l’ambiente dell’Ultima Cena, ambiente di fraternità e di addio, di tristezza e di aspettativa, in cui si rispecchia, e non mi stancherò mai di sottolinearlo, la situazione delle comunità dell’Asia Minore della fine del primo secolo.

Lo dico costantemente per evitare di cadere nella tentazione di leggere o ascoltare il vangelo con una ingenuità che invece di portarci al messaggio ce ne allontanerebbe. Dopo le tante parole di Gesù, finalmente sono i discepoli/e che esprimono la loro fede. Sapete cosa dicono: ADESSO STIAMO CAPENDO cosa ci insegni.

Certo lo dicono con un linguaggio abbastanza filosofico: sappiamo che tu sai tutto, non c’è bisogno che ti nessuno ti interroghi ecc. che ha contribuito nel tempo a creare una visione di un Gesù venuto al mondo con tutte le risposte già in mano come se l’esperienza della vita ,con le gioie quei dolori, non dovesse far parte di questa sua incarnazione. Proprio per non far cadere i discepoli in questa trappola, il Vangelo invece ci presenta un Gesù molto pragmatico che richiama l’attenzione ricordando che non ci sono certezze che possiamo tenere in mano riguardo al pensiero, la persona, e soprattutto il mistero di Gesù.

Eppure quanti cristiani parlano della fede come se loro avessero già scoperto tutto, come se fossero già in grado di dirci qualsiasi cosa su Gesù. Non è così! La fede è un’esperienza che si fortifica nella misura in cui la condividiamo, in cui assumiamo le parole e i gesti di Gesù condividendoli tra fratelli e sorelle e anche con persone che non la pensano come noi, o che hanno un’altra fede.

Gesù, nel Vangelo di oggi, chiede solamente che poniamo la nostra fiducia in lui. Sembra facile? La risposta lo sapete anche voi.

p. Arturo MCCJ


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno