p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 20 Luglio 2020

146

Questa volta sono i dottori della legge ed i farisei che chiedono a Gesù di fare loro vedere un segno, volevano qualcosa di diverso.

Il vangelo di Marco dice che Gesù, dinanzi alla richiesta dei farisei, sospirò profondamente (Mc 8,12), probabilmente di disgusto e di tristezza dinanzi ad una cecità così grande. Perché a nulla serve mettere un bel quadro davanti a chi non vuole aprire gli occhi.

Matteo invece esprime chiaramente il suo pensiero: “Una generazione perversa e adultera pretende un segno! Quando la fede va alla ricerca del miracoloso, meraviglioso, della soddisfazione visiva, del segno, vuol dire che: o è in crisi oppure non è mai cresciuta. Il “credere” si sostiene non con il vedere degli occhi ma con il vedere del cuore e dell’intelligenza.


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno