p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 17 Giugno 2020

168

Sapete come riconoscere un vero cristiano, discepolo/discepola di Cristo??? Sembra essere questo il tema del Vangelo che troviamo oggi nella nostra liturgia e sebbene sembri scontato, le cronache di questi ultimi mesi dimostrano il contrario.

Quanta gente pur di passare l’idea di essere persone perbene, religiose, e dalla parte del giusto usano simboli religiosi, prendono in mano la parola di Dio, per far credere agli ingenui che Dio li benedice. Cosi Matteo tocca le tre opere che dipingono l’uomo giusto davanti al Signore: l’elemosina, la preghiera e il digiuno, mettendo in guardia l’ascoltatore riguardo alla loro pratica. In gioco, secondo l’evangelista, cioè l’autenticità e la purezza del gesto che, secondo le parole che abbiamo ascoltato, richiedono discrezione.

Cosa possiamo dedurre dalle parole di oggi? Che sicuramente non sono cristiani coloro che usano simboli religiosi, pratiche di solidarietà, e il nome di Dio per promuoversi davanti agli altri. L’amore è silenzioso, non è spettacolo, e per questo è efficace. Così se veramente vogliamo vivere in comunione con Dio non c’è bisogno di avere il consenso degli altri, e nemmeno il bisogno di mostrarlo intorno.

Chi cerca Dio lo trova nelle piccole cose, in ogni angolo della sua esistenza, e spesso, lontano dai palchi e dalle folle. Chi ha orecchi, intenda!!!

p. Arturo


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno