p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 13 Luglio 2020

114

Le parole di Gesù risuonano come un monito pesante: non sono venuto a portare pace, ma una spada. L’evangelista ci ricorda che oltre agli effetti positivi, il Vangelo di oggi evoca i contrattempi e gli effetti secondari della predicazione di Gesù.

Il paradosso della fede infatti consiste nella possibilità di affrontarsi gli uni contro gli altri, compresi quelli più vicini a noi, quando non capiamo chi é Gesù, il Signore, e non lo capiamo come il Maestro della comunione.

Gesù non usa mezze parole, questa è una delle attitudine più chiare che vengono fuori dal testo di oggi. Non si può pensare di essere cristiani e di mettere la fede in secondo piano, o si mette Gesù come parte della nostra famiglia e dei nostri beni più cari oppure non siamo degni di chiamarci cristiani.


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno