p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 12 Giugno 2020

179

Gesù oggi rilegge il comandamento “Non commettere adulterio”, partendo però dall’intenzione di sottolineare che Dio aveva una visione diversa al riguardo. Gesù cerca lo Spirito della Legge e non si rinchiude nella lettera. Riprende e difende i grandi valori della vita umana che costituiscono lo sfondo di ciascuno di questi Dieci Comandamenti.

Insiste sull’amore, sulla fedeltà, sulla misericordia, sulla giustizia, sulla verità, sull’umanità (Mt 9,13; 12,7; 23,23; Mt 5,10; 5,20; Lc 11,42; 18,9). Il risultato dell’osservanza piena della Legge di Dio umanizza la persona. In Gesù appare ciò che avviene quando un essere umano lascia che Dio riempia la sua vita. L’obiettivo ultimo è quello di unire i due amori, la costruzione della fraternità in difesa della vita.

Non è sufficiente che ci sia una regola, o una legge. Se la capiamo cosi, allora faremo come fanno tutti i trasgressori delle leggi: a me non piace, faccio quello che voglio, e così non metto la cintura di sicurezza in macchina, non uso la mascherina, perché mi limitano…ma sappiamo che queste leggi servono a proteggerci, e a proteggere gli altri. Gesù ci invita a non aderire ciecamente alle leggi ma a capirne il significato e lo fa proprio parlando dell’amore.

Non ci si sposa, o si diventa religiosi/e per convenienza o per abitudine ma per convinzione, per un progetto comune, per essere una cosa sola e per arrivare a quel fine bisogna fare delle scelte, non si può più vivere pensando che tutto vada bene. Bisogna imparare a fare delle scelte e aderire ad esse con serietà.


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno