p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2020

93

Il capitolo 14 del Vangelo di Giovanni è un bell’esempio non di come Gesù parlasse ai discepoli (qui la sintassi è troppo greca) ma di come si faceva la catechesi nelle comunità dell’Asia Minore alla fine del primo secolo. Mediante le domande dei discepoli e le risposte di Gesù, i cristiani formavano la loro coscienza e trovavano un orientamento per i loro problemi. In questo capitolo 14, abbiamo la domanda di Tommaso e la risposta di Gesù (Gv 14,5-7), la domanda di Filippo e la risposta di Gesù (Gv 14,8-21), e la domanda di Giuda e la risposta di Gesù (Gv 14,22-26).

L’ultima frase della risposta di Gesù a Filippo (Gv 14,21) forma il primo versetto del vangelo di oggi. Filippo aveva detto: “Mostraci il Padre e questo ci basta!” (Gv 14,8), Come Mosè aveva chiesto a Dio: “Mostrami la tua gloria!” (Es 33,18). Allora però Dio rispose: “Ma tu non potrai vedere il mio volto, perché nessun uomo può vedermi e restare vivo” (Es 33,20). Ecco che le comunità giovannee ci rivelano che la presenza del Padre può essere sperimentata mediante l’esperienza dell’amore mostrato nella persona di Gesù. Come? Facendo adorazione?

Partecipando devotamente alla santa messa? Ricevendo benedizioni??? No, di Gesù: “Chi osserva i miei comandamenti, costui mi ama. E chi mi ama sarà amato dal Padre mio. Io anche lo amerò e mi manifesterò a lui”. Osservando il comandamento di Gesù, che è il comandamento dell’amore al prossimo (Gv 15,17), la persona mostra il suo amore per Gesù. E chi ama Gesù, sarà amato dal Padre e può avere la certezza che il Padre si manifesterà a lui. Nella risposta a Giuda, Gesù dirà come avviene questa manifestazione del Padre nella nostra vita.

Ma Gesù è categorico: non si ama a metà: “Chi non mi ama non osserva le mie parole”.

p. Arturo MCCJ

Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano ?? ???????????, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedentePiotr Zygulski – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2020
Articolo successivoDon Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 11 Maggio 2020