p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 1 Giugno 2020

237

Mi piacerebbe dirvi con certezza che le parole scritte in questo vangelo rispecchiano ciò che è avvenuto in piedi della croce. Ma come diceva una vecchia pubblicità: ‘noi siamo scienza non fantascienza’ e quindi non posso fare a meno di citare quello che è il frutto del lavoro di studiosi degli ultimi decenni. Per questo vi do alcuni secondi per pensare…

Se avete intenzione di capire cosa vi voglio dire allora continuate ad ascoltare o leggere il commento altrimenti chiudete qui la pagina o l’audio e ci vedremo domani. Ci avete pensato bene?

Solo Giovanni ci racconta che quattro persone rimasero i piedi della croce. Tra queste figure, c’è la madre di Gesù , apparsa anche all’inizio del Vangelo. È interessante però notare che quando Giovanni cita una figura in termini generici, lo fa per indicare non tanto la persona in sé quanto il gruppo di persone a cui fa riferimento. Gli studiosi infatti ci ricordano che parlare della madre di Gesù, chiamarla di donna senza menzionarne il nome, ricorda non tanto la madre biologica ,ossia Maria ,quanto il popolo di Israele che viveva nell’attesa dell’intervento di Dio ma che era legato pure, alla legge e alle parole dell’antico testamento.

Proprio nel momento della croce, davanti alle comunità cristiane che si trovavano a vivere in conflitti interni di ordine teologico tra i quali quello di accettare o rifiutare completamente l’antico testamento, il Vangelo di oggi ci ricorda che il discepolo è chiamato ad accogliere l’antico testamento come madre della sua nuova identità. In altre parole, noi abbiamo un legame profondo con la storia di salvezza degli Ebrei che on possiamo disconoscere o rifiutare.

E mi fermo qui per non scuotere ancora di più le vostre coscienze… a domani.

p. Arturo MCCJ


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇵🇪🇧🇷, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno