Oasi Mariana Betania – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2019 – Gv 17, 11b-19

88

Eccola la preoccupazione più sofferta
e la preghiera più accorata di Gesù al Padre
in favore dei suoi discepoli, per i quali,
in questo contesto della cena sta chiedendo tante cose.
Nel mondo – più volte lo ha già detto loro –
vuole che siano sale, luce e lievito,
e per questo è necessario che vi rimangano
anche dopo la sua partenza perché si facciano
annunciatori coraggiosi del vangelo.
Ma il Maligno… lo preoccupa, ed ha paura
che li possa circuire ed intaccare,
come ha già fatto con un altro dei discepoli.
è per questo che la sua richiesta si fa esplicita
e domanda al Padre suo che li custodisca
dal Maligno, che – ne è sicuro –
di lì a non molto si farà vivo.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Siano una cosa sola, come noi.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 17, 11b-19

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:]
«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi.
Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato loro la tua parola e il mondo li ha odiati, perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.
Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità.
Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Articolo precedenteCenacolo GAM – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2019 – Gv 17, 11b-19
Articolo successivoContemplare il Vangelo di oggi – 5 Giugno 2019 – Gv 17, 11b-19