Oasi Mariana Betania – Commento al Vangelo del 30 Ottobre 2019

346

La domanda, oltre che interessante,
probabilmente sarà anche interessata.
Se sì e fino a che punto non ci è dato di saperlo,
visto che del tale che l’ha posta non si ha notizia alcuna
e neppure gli vien fatto di replicare.
L’attenzione allora va concentrata sulla domanda
e quel tale che si è perso tra la folla
potrebbe essere chiunque, anche ognuno di noi oggi.
E magari così fosse anche per tutti, perché allora
la risposta – se è attesa – farebbe centro
nella mente e nel cuore di chi la aspetta.
La lasciamo a chi la cerca e può rileggerla sul testo
e ci fermiamo a stimolare la domanda
perché scenda nella mente e dentro il cuore di chi legge.
Perché chiunque si preoccupa della salvezza
ha centrato l’obiettivo che a Gesù sta tanto a cuore:
la salvezza è cosa seria: così seria che più seria non ce n’è.
E se è già una cosa grande che ognuno se ne preoccupi,
si capisce dalla risposta che non basta la domanda,
ma la preoccupazione ancor più grande
sarà quella di sapere cosa fare per averla.
Gesù, infatti, non risponde se i salvati
siano pochi oppure tanti, bensì indica la via
da percorrere per rientrare tra di loro.
E non è poco per accoglierla come Dono.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Verranno da oriente e da occidente e siederanno a mensa nel regno di Dio.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 13, 22-30
 
In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?».
Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno.
 
Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici!”. Ma egli vi risponderà: “Non so di dove siete”. Allora comincerete a dire: “Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze”. Ma egli vi dichiarerà: “Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!”. Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori.
 
Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».

Parola del Signore