Oasi Mariana Betania – Commento al Vangelo del 21 Febbraio 2020

186

Nessun dubbio che il messaggio sia chiaro in assoluto,
il difficile è crederci per viverlo,
e mettere dentro il proprio impegno quotidiano
questa richiesta esigente
che pone al centro di sé stessi un altro,
che poi è l’Amore con la maiuscola,
Colui che fa egli stesso quello che chiede:
si spoglia del suo essere divino e perde la sua vita
donandola per amore verso tutti.
Per questo può indicare a noi la pista giusta,
quella che poggiando sul suo insegnamento
– che è buona notizia (ossia Vangelo) per il mondo –
fa si’ che quello che per il mondo sembra perdita
in realtà se fatto per amore per lui è salvezza,
mentre perderà la sua vita chi cercherà di metterla al sicuro
barricandosi dietro uno schermo di egoismo.
E tutto questo a cominciare dal seguirlo
rinnegando se stessi e portando dietro a lui la propria croce.

Fonte


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 8, 34 – 9, 1   In quel tempo, convocata la folla insieme ai suoi discepoli, Gesù disse loro: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà. Infatti quale vantaggio c’è che un uomo guadagni il mondo intero e perda la propria vita? Che cosa potrebbe dare un uomo in cambio della propria vita? Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi». Diceva loro: «In verità io vi dico: vi sono alcuni, qui presenti, che non morranno prima di aver visto giungere il regno di Dio nella sua potenza».   Parola del Signore