Michele Tambellini – Commento al Vangelo di oggi – 4 Aprile 2020 – Gv 11, 45-56

286

“Da quel giorno decisero di ucciderlo”. Nel vangelo di oggi troviamo una delle prime sentenze da parte del sinedrio, dei capi dei sacerdoti e dei Farisei, loro che pensavano di avere il potere sulla vita e sulla morte dell’altro.

Accusano Gesù perché lo vedono come un destabilizzatore del popolo, perciò meglio “toglierlo dai piedi”… il tutto per il bene della nazione. Sappiamo che Gesù accetterà di morire per il bene del popolo, per riunire insieme i figli di Dio che ovunque erano dispersi.

Sentiamoci anche noi parte di quel popolo (che è la chiesa universale), sentiamoci chiesa, sopratutto in questo momento di prova. Fà, o Padre buono, che la nostra vita non smetta mai di annunciarti ai fratelli, donaci la tua forza e la tua grazia.

Concedici di saper stare con Te, sei la nostra speranza; non saremo confusi in eterno!