Michele Tambellini – Commento al Vangelo di domenica – 31 Marzo 2020 – Gv 8, 21-30

3

“Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete che Io sono”.

Ecco qua che oggi Gesù aggiunge una tessera al nostro mosaico, vuole farci capire chi è veramente. Lui è “Io sono”, il nome stesso che Dio ha rivelato a Mosè.

Gesù è colui che è, che opera, che agisce per la nostra liberazione, ma ancora non viene capito, ancora i Giudei si domandano chi è. Nel vangelo di oggi si parla di innalzamento…

Gesù innalzato da terra è colui a cui guardare, i nostri occhi nei suoi. Volgiamo lo sguardo in alto. Volgere lo sguardo alla croce significa anche aver coraggio.

Oggi, siamo chiamati a stare con Cristo e volgerci a Lui. Questo è l’unico modo per non morire ma per vivere eternamente con Lui.