Michele Tambellini – Commento al Vangelo di domenica – 1 Aprile 2020 – Gv 8, 31-42

3

Niente da fare! Questi Giudei continuano con le loro pretese, oggi si autodichiarano liberi (salvi), perché discendenti di Abramo.

Ricordiamoci però che liberi non si nasce, ma si diventa! Ce lo dice Gesù: “Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli, conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi”.

Dobbiamo con la libertà del cuore e dello spirito, accettare, come Abramo, di compiere le Sue opere, accettare di camminare nella fede senza sicurezza e con la certezza che Dio ci guida persino quando siamo oppressi.

Anche oggi, nel buio di questo momento. Non dimentichiamo che fede è fiducia. Maestro buono, rendici sempre più ascoltatori attenti della Tua parola… tuoi discepoli!