Michele Tambellini – Commento al Vangelo del 28 Aprile 2020

149

La folla chiede un segno, ha il cuore indurito, non gli basta credere a tutto quello che già ha visto. È proprio una folla dal cuore indurito.

Dopo un dialogo Gesù dichiara: “Io sono il Pane della Vita!”, si, Lui ci procura la vera vita, colma e sazia ogni nostro bisogno spirituale, è sorgente di vita eterna. Per ricevere questo pane bisogna andare a Gesù, credere in Lui.

In questi giorni il Pane di Vita ci è stato tolto, il nostro cuore inizia ad avere una fame pazza di quel pane, ha fame di Cristo, che è la vita che supera la debolezza e la morte. Che possiamo tornare presto a saziarci di Te, Signore Gesù, cibo di grazia per il mondo. Siamo affamati! Vogliamo accostarci all’Eucaristia con la fame di chi vuole saziarsi di Te!

Michele Tambellini, seminarista dell’arcidiocesi di Lucca.