Michele Tambellini – Commento al Vangelo del 1 Maggio 2020

42

I Giudei discutono aspramente. Un po’ come noi quando vogliamo capire tutto. In questo momento Gesù sta continuando il suo discorso sul Pane di vita e cerca di far riflettere sul fatto che chi mangia la Sua carne e beve il Suo sangue avrà la vita eterna e sarà risuscitato l’ultimo giorno.

Di fronte a un dono così immenso non c’è da capire ma da accogliere. I bambini ci sono di esempio… ricevono un dono e la loro vita si riempie di stupore e gratitudine. Impariamo da loro.

Gesù in questo momento non sta facendo un semplice dono, si sta facendo dono. Fidiamoci di Lui e accogliamolo come dono. Il premio non è temporaneo, è eterno. La vita eterna.

Michele Tambellini, seminarista dell’arcidiocesi di Lucca.

Articolo precedenteGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 1 Maggio 2020
Articolo successivodon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 1 Maggio 2020