Martín Luque – Commento al Vangelo del 31 Maggio 2021

80

Il vangelo di oggi ci presenta l’incontro di Gesù con un uomo che «possedeva infatti molti beni» (v. 22). San Marco lo presenta in pochi versetti. Quel tale appare in mezzo alla folla e, in ginocchio, interroga il Maestro riguardo alla vita eterna. Il suo modo di chiedere appare sincero e sorto dal desiderio di continuare a servire Dio, come ha fatto sin da giovane.

Ma vediamo che Gesù, fissandolo con affetto, capisce subito che al suo impegno «mancava una cosa» (cfr. v. 21). Il Maestro ha sempre insegnato che l’avere relazione con Dio suppone mettere a sua disposizione tutto il nostro essere e tutte le nostre cose, senza condizioni. Gesù, per questo, non ha esitazione a chiedergli ciò che più gli costava: «va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!» (v. 22).

Sappiamo che, di fronte a questa bellissima chiamata, quell’uomo rimase triste. Magari, sarà stato disposto a molti sacrifici per essere fedele a Dio, ma lo faceva con i modi che andavano d’accordo con i propri gusti, evitando di impegnarsi in cose che chiedevano veramente un sacrificio.

Quell’uomo preferì rinunciare a Gesù piuttosto che rinunciare ai suoi beni ed è conseguente che, dopo una tale meschina decisione, «se ne andò rattristato» (cfr. v. 22). Purtroppo, non aveva capito che, come ripeteva san Josemaría, seguire il Signore è un’avventura divina che «vale la pena».

Il vangelo di oggi ci previene contro la tentazione di pensare che ci sono aspetti della nostra vita, spirituale o materiale, nei quali Dio non ha il diritto di entrare. Quel giovane credeva che seguire una serie di regole e comandamenti era sufficiente per vivere bene la sua religione. Dimenticava che, in realtà, si tratta di entrare in una relazione d’amore con Dio, viva dinamica e contraria a ogni inerzia, con la costante disposizione ad abbandonare tutto se il Maestro lo chiede.


Fonte: La pagina Facebook di “Opus Dei Italia” | Sito Web con tutti i commenti al Vangelo 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 31 Maggio 2021
Articolo successivoMc 12, 13-17