la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 9 Giugno 2022

56

- Pubblicità -

Noi vorremmo presentare tante offerte a Dio, tante opere di bene, ma ci dimentichiamo quello che il sacerdote prega nell’offertorio della messa: “dalla Tua bontà abbiamo ricevuto questo pane”.

Noi siamo poveri perché tutto quello che offriamo dobbiamo averlo prima ricevuto. Ecco perché bisogna andare a riconciliarsi con il fratello prima di presentare l’offerta. Prima si riceve, poi si dà. Prima si accoglie, poi si dona. Donare senza prima aver ricevuto sarebbe come entrare in una stanza buia e pretendere di sapere che cosa c’è dentro. Oggi fai pace con quella parte di te che vuole solo “dare” senza avere l’umiltà prima di “ricevere”.

Link al video

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 9 Giugno 2022
Articolo successivoRai: “Imagine” aprirà l’evento “Con il Cuore” di Assisi