la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2022

68

- Pubblicità -

La Parola di oggi ci insegna un modo di essere e non di fare; ad essere luce e sale. Mentre noi organizziamo le nostre attività, la nostra pastorale, il Signore vuol dirci che è proprio la nostra persona a doversi trasformare in luce e sale. E che nulla può essere sostituito dalla nostra persona. Ma a noi purtroppo piace organizzare la luce, sostituire il sale con la programmazione. Gesù non dà il proprio Corpo all’organizzazione, ai nostri impianti pastorali, ma alle persone.

Gesù, chiamandoti a diventare sale e luce, ti chiede di portare nei gesti più semplici della vita quotidiana, il Vangelo che salva!

Link al video

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2022
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2022