la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 6 Marzo 2022

109

- Pubblicità -

Questo racconto delle tentazioni di Gesù nel deserto non può che essere il frutto delle confidenze di Gesù ai suoi discepoli. Quanta intimità viveva Gesù con loro! Noi ci guardiamo bene dal raccontare a qualcuno le tentazioni che viviamo.

Eppure può diventare una grande testimonianza sapere che tutti siamo tentati su cose simili e scoprire quali stratagemmi ci hanno aiutato a vincerle. Il male non è mai originale come il bene, il male si ripete sempre perché è vecchio e noioso; anche se purtroppo fa sempre presa sul nostro cuore. Gesù ci ha mostrato come si vince: con la Parola, che ci libera dagli inganni e ci fa avere fame di vita eterna.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 6 Marzo 2022
Articolo successivodon Roberto Seregni – Commento al Vangelo del 6 Marzo 2022