la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2022

72

- Pubblicità -

Probabilmente anche noi avremmo avuto la stessa reazione dei giudei davanti a queste parole di Gesù. Egli, parlando di “mangiare” la sua carne, usa espressioni difficilmente comprensibili. Oltretutto che i vocaboli “carne” e “sangue” non hanno valore simbolico ma reale!

Siamo davanti a un enorme paradosso: Gesù dona la vita nuova attraverso la sua morte. Quel Pane che dà la vita è la sua carne, segno di un’esistenza offerta e consumata per amore, per permettere a noi di ricevere la vita che non muore. Egli muore per darci la vita!

Donaci sempre Signore di rinascere a vita nuova per la forza del tuo Spirito di amore. Trasforma anche noi in offerta perenne a te gradita!

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


- Pubblicità -

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2022
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2022