la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2022

85

- Pubblicità -

“Se fossi io a testimoniare di me stesso, la mia testimonianza non sarebbe vera.” Mi sento come davanti alla frase più piccola ed umile che Gesù abbia detto in tutto il Vangelo.

Quando san Paolo scrive: “abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù”, io penso a questa frase. Gesù è colui che non afferma se stesso, ma viene affermato dal Padre. Questa è la povertà di Dio! E questa è anche la strada che Gesù traccia per noi.

In un’epoca in cui arroganza e supponenza fanno largo ai prepotenti, nessuno, nemmeno il Figlio di Dio, si accredita da solo. Perché allora continuare a vantarsi dei propri meriti?

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

- Pubblicità -


Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2022
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 31 Marzo 2022