la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2022

158

- Pubblicità -

Sembra quasi crudele Gesù nel rifiutare a quest’uomo di poterlo seguire. Certo, il Signore ci chiama sempre a seguirlo, non a precederlo. Ma ogni vocazione è Cristo che la fa. È lui che chiama! E quest’uomo non ha lasciato che Gesù parlasse per primo. Ha sì capito che il suo destino si era irrevocabilmente legato a quello di Gesù ma non gli ha dato il tempo di indicargli la strada. Ecco allora che il Signore gli chiede di seguirlo in un altro modo, non con il corpo ma con il cuore.

Lascia il tempo a Dio di indicarti la direzione. Non è detto che Lui voglia da te ciò che pensi!

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2022
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2022