la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 23 Aprile 2022

80

- Pubblicità -

“Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero”. Questo ci fa capire che talora il Signore ci manda dei messaggi, delle testimonianze anche dalle persone meno stimabili (da lei Gesù aveva scacciato sette demoni).

Noi spesso selezioniamo tra tutti i “messaggi” che ci arrivano quelli che provengono da persone da noi stimate e quelli da persone non stimate. E pensiamo che solo le prime siano portatrici di annuncio per noi.

Mentre Gesù vuole raggiungerci con chiunque, a tutti i costi. Questo ci mostra la determinazione di Gesù a volersi far conoscere. Non ci abbandona nella nostra solitudine e incredulità. Fà di tutto per essere riconosciuto.

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


- Pubblicità -

Articolo precedentedon Tommaso Mazzucchi: Commento al Vangelo di domenica 24 Aprile 2022 per bambini
Articolo successivodon Marco Pozza – Commento al Vangelo di domenica 24 Aprile 2022