la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 22 Marzo 2022

82

- Pubblicità -

Tutti, anche gli atei, credono nell’amore o comunque lo affermano come valore fondamentale della vita. Non tutti però riconoscono con la stessa convinzione che l’amore più grande si manifesta nel perdono. Eppure, è proprio così: la disponibilità a perdonare misura la capacità di amare!

“Settanta volte sette” non è la quantità del perdono ma la qualità, e la sua qualità è sempre una questione di gratuità. Il perdono rappresenta il compimento dell’amore, perché ne evidenzia tutta la gratuità. Papa Francesco ci ha ricordato che all’origine del mondo c’è solo l’amore libero e gratuito del Padre. Allora perdonare, che è amare gratuitamente, significa amare l’altro con il cuore di Dio.

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


- Pubblicità -

Articolo precedenteSuor Agnese Masserini – Commento al Vangelo del 22 Marzo 2022
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 22 Marzo 2022