la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2022

124

- Pubblicità -

Qual’è il confine tra pazzia e carità, tra incoscienza e dono di sé? Oggi Gesù ci dà prova che si può amare tanto da essere creduti pazzi (o forse scemi). Si può arrivare a donare se stessi fino a consumarsi come la cera di una candela, lasciando dietro di sé luce e profumo.

Ricorda però una cosa preziosa: Gesù prima di non riuscire più ad avere il tempo per mangiare ha vissuto trent’anni di vita nascosta. Un atto eroico si prepara nel tempo, nelle cose piccole di ogni giorno. San Francesco potrebbe dire: una pietra dopo l’altra e in alto arriverai. È così che sono state costruite le cattedrali…

fra Simone

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2022
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2022