la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2022

93

- Pubblicità -

Quante volte “perdiamo” la Pasqua di Gesù e ci riconsegnamo alla notte, alla pesca solitaria che non può che rimanere senza frutto! Ma Gesù vuole che i suoi lo vedano. E come si manifesta? Si mostra là dove loro vivono la sconfitta. È proprio negli insuccessi il primo luogo dove Gesù viene.

Il Risorto non viene tra squilli di tromba ma si mostra con delicatezza. E dopo che lo abbiamo riconosciuto è lui che pensa a noi. Ha acceso un fuoco e ha cotto per i suoi del pesce e del pane. Poi lo spezza per loro e nutre la loro fame.

Il Signore si riconosce nella sua parola e nel cibo che prepara per noi!

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


- Pubblicità -

Articolo precedentedon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2022
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2022